Un veterinario specializzato in cure dentali, ha recentemente pubblicato questa frase su di una rivista specializzata per proprietari di cani: ”Quando un cliente mi chiede per quanto tempo il loro cucciolo vivrà, io di solito rispondo 15-17 anni, se gli lavi i denti tutti i giorni, 11-13 anni se non lo farai”. Questa è una dichiarazione forte e senza mezzi termini, ma inquadra perfetamente il problema che desideriamo trattare in questo breve articolo.

Igiene e patologie

Purtroppo, molti proprietari non prestano all’igiene orale dei loro cani e gatti la dovuta attenzione. Recenti studi hanno provato che fino all’80% degli animali domestici presentano significative patologie al cavo orale. La bocca di cani e gatti, esattamente come nel caso di noi umani, è l’incubatrice ideale per tutti i tipi di batteri ai quali non manca proprio niente per prosperare: un ambiente caldo, umido e pieno di nutrienti. Molti di questi batteri sono normali e svolgono un’azione benefica, ma una volta che la placca ed il tartaro si sono formati sui denti, il delicato equilibrio si compromette rapidamente e se gli organismi patogeni proliferano, sono guai in vista per i nostri amici a quattro zampe.

Alito

L’alito cattivo può essere un primo indicatore dell’insorgere del problema, ma gli effetti della cattiva salute dentale può andare ben oltre e presentare un grave rischio per la salute generale del vostro cane o gatto e la sua aspettativa di vita. Le patologie del cavo orale possono infatti causare seri problemi a cuore, fegato e reni, questo perché le tossine derivate da patologie parodontali sono assorbite nel flusso sanguigno degli animali e vengono a contatto con questi organi, causando infezioni che, se non curate repentinamente, possono degenerare in danno permanente e talvolta essere letali. Senza arrivare a questi estremi, le malattie del cavo orale possono causare marciscenze e quindi essere estremamente dolorose per l’animale.

Il vostro veterinario potrà consigliarvi su come operare sul vostro animale una corretta igiene orale quotidiana ed istruirvi all’uso di prodotti specifici in base alle condizioni del vostro animale. Anche in caso di malattia già in corso, la maggior parte di cani e gatti rispondono bene alle cure, beneficiando in breve tempo della diminuzione del dolore e delle infezioni. Tutto ciò che si può fare per prevenire problemi al cavo orale vale sicuramente la pena, il tempo e lo sforzo.

Uno studio del 1996 pubblicato negli Stati Uniti sul Journal of Veterinary Dentistry raccomanda la pulizia orale quotidiana a prescindere dal regime alimentare dell’animale. Come si fa a iniziare? Tutto e’ ovviamente più semplice se si inizia quando l’animale ha pochi mesi di vita, ma con un po di pazienza anche gli animali adulti possono essere abituati a “subire” le necessarie cure quotidiane con spazzolini e dentifrici appositamente studiati per i nostri amici a quattro zampe. Attenzione! Non usare dentifrici per uso umano! Non e’ gustoso per gli animali e soprattutto sono prodotti studiati per il risciacquo e non da ingerire, come nel caso dei dentifrici per animali. Quindi armatevi di pazienza ed iniziate ad addestrare il vostro animale alle quotidiane sedute di igiene orale. In vostro aiuto verranno i vari produttori di attrezzi e prodotti, fra i quali troverete sicuramente quello maggiormente tollerato dal vostro animale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *